Di Camilla Cupelli

Il processo San Michele è arrivato alle battute finali. Nel corso della requisitoria, i pubblici ministeri Roberto Sparagna e Antonio Smeriglio hanno chiesto oltre 70 anni di pena per i dieci imputati.  Le pene più alte sono state richieste per gli imprenditori torinesi Giovanni Toro e Nicola Mirante. “L’operazione ha rivelato la pervasività della ‘ndrangheta nel tessuto piemontese – hanno descritto i PM – deformando il mercato e controllando il territorio grazie alle loro attività”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *