“Dire che non è successo niente a Rivarolo fa a pugni con i fatti esposti nella relazione della Commissione Prefettizia”. Con queste parole Gian Carlo Caselli, che venerdì sera ha ricevuto la cittadinanza onoraria a Rivarolo, ha risposto a chi negli scorsi mesi ha negato la presenza della mafia nel comune del canavese.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *