Dodici richiedenti asilo sono accompagnati nel loro percorso in Italia in un bene confiscato.
Un tempo di proprietà di un soggetto che si è macchiato del reato di usura, oggi è gestito dalla Cooperativa Mary Poppins che il 20 settembre ha festeggiato un anno di attività della comunità.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *