Chi uccide un giornalista, spara contro la democrazia

Condividi

Domani, Sabato 3 Marzo, alle ore 15 nella cittadina di Stiavnik presso la chiesa parrocchiale di San Francesco, è prevista la messa in suffragio e poi il corteo fino al cimitero, dove verrà sepolto Jan Kuciak.

Jan è stato ucciso, insieme alla sua compagna Martina Kusnirova, perché si batteva per una Slovacchia libera da mafia e corruzione, come Daphne Galizia Caruana, assassinata a Bidnija, Malta, il 16 Ottobre 2017.
Chi uccide un giornalista, spara contro la democrazia, contro la libertà di tutti noi. L’Europa custodirà la memoria del loro impegno.
Per stare vicini alla sua famiglia e ai suoi colleghi, domani adottiamo questa foto come immagine di profilo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *