Usura Estorsione

A partire dal 2009, Libera Piemonte ha approfondito i fenomeni dell’usura e del racket in Piemonte, concentrandosi in particolare sullo studio della normativa a tutela delle vittime.

L’osservazione del territorio e le richieste crescenti di aiuto inoltrate dalla segreteria nazionale di Libera a Torino, hanno portato alla nascita di un servizio di accompagnamento alla denuncia, che è innanzitutto uno spazio di ascolto, riservato e gratuito, rivolto a quanti si trovino in situazioni di paura e di disagio, a causa delle attività illecite delle mafie sul nostro territorio.

Il servizio, nato nel 2010 in seno a Libera, ha posto al centro della propria azione il valore positivo della rete solidale, come strumento di emancipazione e di contrasto alla violenza e all’intimidazione mafiosa.

L’intento principale è stato quello di fare emergere i reati di usura e di estorsione, stando accanto a chi, responsabilmente, decida di intraprende un percorso di denuncia e di sostenere i testimoni di giustizia nel percorso di riconoscimento dello status giuridico e di inserimento nel programma di protezione.

A partire dal luglio 2018, l’azione dello sportello si è ampliata rivolgendosi a quanti vogliano segnalare episodi di opacità o condotte corruttive, ad esempio sul proprio luogo di lavoro.

Linea Libera è quindi un servizio telefonico gratuito che si rivolge a:

  • Un potenziale whistleblower che ha assistito a opacità sul luogo di lavoro e si trova in una situazione di dilemma etico, non sapendo come procedere, o ha già segnalato e in seguito ha subito ritorsioni
  • Una vittima di fatti corruttivi, di usura ed estorsione
  • Un testimone che vuole denunciare un reato di origine mafiosa che ha subito o visto e che crede di subire sulla propria vita gli effetti di scelte corruttive

Per contattare un nostro operatore chiama il numero 800.58.27.27 o scrivi a [email protected] nei seguenti giorni di apertura:

Dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13

Il martedì e il giovedì, dalle 15 alle 19