Altro e Altrove: tutte le informazioni dal Piemonte a Palermo

Condividi

…Il pensiero come l’oceano Non lo puoi bloccare
Non lo puoi recintare….
(“Com’è profondo il mare” di Lucio Dalla)

 

La prossima Giornata Nazionale della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie ci richiama ad una sfida importante. Saranno infatti 25 anni dalla nascita dell’associazione Libera. Un periodo lungo che ha reso protagoniste una vasta rete di associazioni, scuole, realtà sociali in un grande percorso di cambiamento dei nostri territori.

Da allora molta strada è stata fatta. Innumerevoli sono state le iniziative, i percorsi di cambiamento proposti e realizzati: beni confiscati, memoria, educazione alla corresponsabilità, campi di formazione e impegno, accompagnamento delle vittime, formazione universitaria, sono solo alcuni degli snodi più importanti dell’impegno collettivo di questo quarto di secolo.

In questi anni anche le mafie hanno modificato il loro modo di agire, rendendosi più nascoste ma sempre più invasive e pericolose per le nostre comunità e le nostre economie.
Dunque l’azione contro le mafie e la corruzione è un’azione che si deve rendere sempre innovativa, capace di leggere il presente, affondando saldamente i piedi nella storia.

Il 21 marzo è un momento di riflessione e di incontro, di relazioni vive e di testimonianze attorno ai familiari delle vittime innocenti delle mafie, persone che hanno subito una grande lacerazione che noi tutti possiamo contribuire a ricucire. È una giornata in cui si chiedono verità e giustizia per quelle vittime ed è altresì il momento in cui dare spazio alla denuncia della presenza delle organizzazioni criminali mafiose e delle connivenze con politica, economia e massoneria deviate.

Leggere i nomi e i cognomi delle vittime è un modo per far rivivere quegli uomini e quelle donne, per non far morire le idee testimoniate e l’esempio di chi ha combattuto le mafie a viso aperto e non ha ceduto alle minacce e ai ricatti che gli imponevano di derogare dal proprio dovere professionale e civile.

Nel corso di questi 24 anni le centinaia di migliaia di ragazzi che hanno partecipato hanno sempre più compreso che dietro quel lungo elenco, quello scorrere innumerevole di nomi e cognomi, ci sono esseri umani veri e propri, storie pulsanti di vita, di passioni, di sacrifici, di amore per il bene comune e di affermazione di diritti e di libertà negate.

 


Lo slogan: Altro e Altrove

“Altro”, come ulteriore impegno per procedere su questa strada battuta in venticinque anni, verso un “altrove” ancora da liberare dalla presenza di mafie e corruzione, in cui vengano messi al centro i bisogni e i desideri delle persone.

Se da un lato sentiamo il dovere di essere custodi di un patrimonio storico fatto di eventi tragici e gesti di reazione e rottura, dall’altro abbiamo la necessità di portare le nostre battaglie oltre quel periodo, per saldarle alle urgenze sociali che schiacciano e indeboliscono le nostre comunità oggi. Sono le storie delle persone, vittime innocenti che tracciano e ridisegnano la linea del tempo, l’impegno nel presente per rigenerare i nostri territori.


L’immagine e il segno

Il manifesto di questo 21 marzo ci porta su una battigia, con un’onda che si infrange sulla sabbia. Tante piccole gocce che si mescolano e insieme diventano mare, dirompenti come un’onda che contamina la riva, sfondo di un orizzonte da immaginare e perseguire. Per giungere a una consapevolezza che ci aiuti a saldare il nostro agire quotidiano in un percorso collettivo. E perché la coscienza e conoscenza della storia ci aiutano a compiere scelte, a costruire il futuro, a indirizzare il presente.
Come sempre sarà importante tradurre questa suggestione in un simbolo concreto da elaborare a scuola.
Chiederemo, dunque, a tutti gli studenti e le studentesse di scendere in piazza con un elemento che richiami al mare e le sue onde. Perché il nostro moto di impegno non si arresti e ciascuno possa fare la propria parte in questo profondo mare di corresponsabilità.


Perché Palermo

Promuovere la giornata nazionale della memoria e dell’impegno in Sicilia e portare migliaia di persone e di giovani a ricordare le vittime innocenti nella città di Palermo è oggi assunzione di corresponsabilità collettiva e occasione per una riflessione profonda sullo stato della lotta alle mafie e alla corruzione nel nostro Paese.

Palermo, una città profondamente cambiata: è ancora città di contrasti e di conflitti, dove la mafia esiste ancora, ma oggi non comanda più, mentre si moltiplicano le esperienze di resistenza ad ogni forma di oppressione e di violenza, a partire dai beni confiscati alle mafie, oggi divenuti beni comuni, restituiti alla collettività.

Palermo, la città che nel 2000 ha ospitato l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel corso della quale è stata siglata la Convenzione ONU contro la criminalità organizzata transnazionale, trattato multilaterale che compirà 20 anni nel 2020. Un anniversario per riflettere e fare il punto sull’efficacia degli strumenti internazionali adottati per la lotta al crimine organizzato.

Dalla piazza di Palermo saranno letti i nomi delle vittime innocenti delle mafie e della corruzione, nel segno di una memoria che non vuole essere celebrazione ma impegno per il cambiamento, trasformazione della memoria d’occasione, inamidata, in memoria condivisa e pubblica, in memoria viva. Da Palermo e da tanti punti di lettura in tutta Italia e all’estero, l’elenco dei nomi ci ricordano che la memoria è un valore, è una risorsa. Questa giornata non è solo testimonianza, non è semplicemente un gesto: è un sentimento di gratitudine e riconoscenza per quanti hanno perso la vita. È tutto questo, ma anche qualcosa di più.

Non basta avere memoria, occorre coltivarla e trasmetterla.

Le vittime che ricordiamo in quel giorno e negli altri 364 giorni non sono un semplice elenco di nomi. Sono, devono essere, altrettanti stimoli a interrogarsi e conoscere per fare, per esserci, per cambiare. Sono volti, persone che hanno molto da dirci e da insegnarci nel presente. Un presente dove la nostra responsabilità è il luogo del rispetto della memoria.

L’obiettivo è un coinvolgimento ampio di tutto il territorio nazionale, con tanti collegamenti internazionali in Europa, Africa, America Latina: per le istituzioni e per la società civile sarà occasione per lanciare un segnale concreto di impegno comune contro le mafie.

Segnale che partirà da Palermo: città di mare che al mare, insieme a tutta la Sicilia, deve la sua forte identità. Dal mare arriva la ricchezza culturale della regione, arrivano da sempre il lavoro, il cibo, la vita. Dallo stesso mare arrivano a volte le tempeste, che non hanno mai piegato l’anima di queste terre. Una marea di persone da tutta Italia arriverà a Palermo.

Il noi abbraccerà la Sicilia: quel noi fatto di gruppi, associazioni, studenti, scout, giovani e adulti che sono il volto dell’Italia bella, di un Paese più consapevole e responsabile. E che saranno a Palermo il 21 marzo 2020 per ricordare le vittime innocenti di tutte le mafie.

 

Clicca qui per avere tutte le informazioni su Palermo e le proposte formative nazionali.
Clicca qui per iscriversi al Treno speciale che raggiungerà Palermo.

 


 LE ATTIVITÀ IN PIEMONTE

Nella settimana tra il 16 marzo 2020 e il 20 marzo 2020  in tutto il territorio regionale si svolgeranno le celebrazioni per la XXV giornata della memoria e dell’impegno, con la lettura dei nomi delle vittime innocenti delle mafie.

 

TORINO
16 marzo 2020, ORE 10, PIAZZA CARIGNANO

Programma:

Ore 9,30 arrivo dei partecipanti: scuole, cittadini, associazioni, rappresentanti delle Istituzioni
Ore 10,00 Accoglienza musicale e intervento di Libera di presentazione dell’evento
Ore 10,30 Lettura partecipata degli oltre 1000 nomi di vittime innocenti delle mafie
Ore 11,45 Flash mob verso Palermo.

 

I LUOGHI DEL 21 MARZO

Sapendo che, però, non sarà semplici per tutti partecipare, replichiamo la “formula” adottata negli scorsi anni. Palermo sarà il 21 marzo la “piazza” principale, ma simultaneamente in oltre 4000 luoghi d’Italia, – scuole, associazioni, università, fabbriche, parrocchie – verranno letti i nomi delle vittime innocenti delle mafie o verrà organizzato un momento di memoria.
A tutte quelle realtà che non potranno sospendere le loro attività per partecipare all’appuntamento nazionale, chiediamo di essere uno dei quattromila luoghi del 21 marzo, esponendo il materiale comunicativo, fermandosi insieme al resto d’Italia per ricordare le oltre 1000 vittime innocenti delle mafie con la lettura dei loro nomi o un minuto di silenzio e farsi portavoce di una richiesta di verità e giustizia.

A sottolineare – non solo simbolicamente – che per contrastare le mafie e la corruzione occorre sì il grande impegno delle forze di polizia e di molti magistrati, ma prima ancora occorre diventare una comunità solidale e corresponsabile, che faccia del “noi” non solo una parola, ma un crocevia di bisogni, desideri e speranze.
Volti di un Paese magari imperfetto, ma pulito e operoso, che non si limita a constatare ciò che non va, ma si mette in gioco per farlo andare.

Per qualsiasi ulteriore informazione e segnalare i luoghi dove si svolgeranno iniziative e letture dei nomi, in modo da aggiornare in tempo reale elenco sul sito nazionale scrivere a [email protected]

I 100 PASSI VERSO IL 21 MARZO

Come ogni anno, proponiamo un percorso di avvicinamento al 21 marzo. Sono i nostri cento passi, ovvero appuntamenti di approfondimento su mafie e antimafia, organizzati in tutto il territorio piemontese.

Vi proponiamo il calendario di appuntamenti, suddivisi per province.

CALENDARIO DI EVENTI IN FASE DI AGGIORNAMENTO 

 

ALESSANDRIA

 

ASTI

Spettacolo teatrale “Denuncio tutti. Lea Garofalo”
26 febbraio 2020
Sala Pastrone, Via al Teatro Alfieri 2, 14100 Asti AT
Il Coordinamento Libera Asti in collaborazione con il Collettivo Teatro Prisma di Bari e Vertigo propongono lo spettacolo su lea Garofalo, una donna vittima innocente di mafia che si ribella alla cultura maschilista della ‘Ndrangheta.
Ore 10 – Spettacolo teatrale rivolto agli studenti delle scuole superiori: sarà accompagnato da una riflessione sulle mafie al Nord grazie anche al contributo del Colonnello Breda dei Carabinieri di Asti.
Ore 18 – replica per la cittadinanza. Ingresso 10 euro (ridotto 8 euro)

Spettacolo teatrale “Lo Stato siamo Noi”
11 marzo 2020 – H.21.00
Fuoriluogo, Via Enrico Toti 18, 14100 Asti AT
l Coordinamento Libera Asti in collaborazione con l’associazione Genitorinsieme organizzano uno spettacolo teatrale per far intraprendere un viaggio alle radici della nostra democrazia. Lo spettacolo è scritto da Carlo Marconi
Ingresso a offerta libera

Spettacolo teatrale “Lo Stato siamo Noi”
12 marzo 2020 – H.10.00
Fuoriluogo, Via Enrico Toti 18, 14100 Asti AT
ll Coordinamento Libera Asti in collaborazione con l’associazione Genitorinsieme organizzano uno spettacolo teatrale per far intraprendere un viaggio alle radici della nostra democrazia. Lo spettacolo è scritto da Carlo Marconi. La replica di questa mattina è rivolta ai ragazzi delle scuole  teatro Torretta Piazza N.S. D Lourdes

Lettura pubblica dei nomi delle vittime innocenti delle mafie
18 marzo 2020 – H.10.00
Cortile della Scuola Baussano, Via Eo Baussano – CAP 14100 Asti AT
ll Coordinamento Libera Asti organizza una lettura dei nomi delle vittime di mafia come momento conclusivo del percorso didattico tra Istituto Monti e Istituto Comprensivo 2. Le classi dei due istituti, i docenti, le autorità e le Istituzioni della città uniranno le loro voci per leggere il lungo elenco e le storie realizzate e per inaugurare il Murales della Memoria.

“Nero di piovra: musiche e disegni dal vivo per raccontare la mafia”
18 marzo 2020 – H.21.00
Sala dell’Archivio di Stato, Via Giuseppe Govone, 9 – CAP 14100
Libera Asti in collaborazione con l’Archivio di Stato di Asti, con la fumettista Elena Pianta e con la band Red Velvet organizzano un evento dedicato alla musica e al disegno nel solco dell’antimafia
Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Lettura pubblica dei nomi delle vittime innocenti delle mafie
19 marzo 2020 – H.10.00
Piazzetta Piano -1  dell’Ospedale Cardinal Massaia, Corso Dante Alighieri, 202, 14100 Asti AT
Il coordinamento provinciale di Asti in collaborazione con l’ASL organizzano una lettura pubblica dei nomi delle vittime innocenti delle mafie. la lettura sarà realizzata a cura degli allievi dell’Istituto d’Istruzione Superiore “ G. Penna” di Asti e degli studenti della Fondazione Casa di Carità, insieme a cittadini e diverse associazioni del mondo del volontariato di Asti.

Piantumazione dell’albero della legalità in ricordo elle vittime innocenti delle mafie
20 marzo 2020
H.10.00 Cortile della Scuola Secondaria di I Grado Brofferio, Corso XXV Aprile, 2, 14100 Asti AT
H.11.00 Cortile della scuola media Martiri di Asti, Via G. Invrea, 1, 14100 Asti AT
Il coordinamento provinciale di Asti organizza un momento di memoria con la messa a dimora di un albero della legalità, organizzato in collaborazione con le classi delle due scuole Secondarie ed i docenti, aperto alle autorità e alle Istituzioni della città.

Lettura pubblica dei nomi delle vittime innocenti delle mafie
21 marzo 2020 – H.10.00
Questura, Corso XXV Aprile, 19, 14100 Asti AT
Per il terzo anno consecutivo la Questura si apre al territorio e ospita la lettura dei nomi delle vittime innocenti delle mafie, con la collaborazione e la sensibilità della Questore Dott.ssa Alessandra Faranda Cordella e degli operatori della Polizia di Stato e del SIULP.

 

BIELLA

 

CUNEO

“Mafie nigeriane in Piemonte”
12 febbraio 2020 – H.21.00
Lungostura Corso John Fitzgerald Kennedy, 5, 12100 Cuneo CN, Italia
Libera Cuneo organizza un evento di approfondimento sulla mafia nigeriana con l’avvocato Erica Cosio.
Sulla base dei fatti recenti di attualità (arresti di presunti affiliati che hanno riguardato anche il Piemonte) e dell’attenzione che Libera Piemonte ha deciso di dedicare a questa tematica con la pubblicazione di un dossier ( https://liberapiemonte.it/2019/12/02/mafie-nigeriane-in-piemonte ), Libera Cuneo prova quindi ad analizzare questo tema sulla base delle carte della magistratura, al fine di rifuggire semplificazioni e strumentalizzazioni.

 

NOVARA

“A debita distanza. La legge regionale contro il gioco d’azzardo patologico tra effetti e proposta di modifica”
24 febbraio 2020 – H.21.00
Nòva, viale Francesco Ferrucci 4, 28100 Novara NO
Il Coordinamento provinciale di Novara organizza un evento di approfondimento sulla legge regionale n.9 del 2016 e sulla proposta di modifica in discussione in Consiglio Regionale. Gli ospiti per l’occasione saranno Paolo Jarre, direttore del Dipartimento “Patologia delle dipendenze” dell’ASL TO3, membro della Società Italiana Tossicodipendenze (SITD) e dell’Associazione per lo studio del gioco d’azzardo e dei comportamenti a rischio (ALEA) ed Eugenio Bonolis, di Libera VCO.
“Denuncio Tutti” – spettacolo su Lea Garofalo
27 febbraio 2020 – H.20.30
Nòva, viale Francesco Ferrucci 4, 28100 Novara NO
Il Coordinamento provinciale di Novara organizza uno spettacolo 
che ripercorre la storia di Lea Garofalo, testimone di giustizia assassinata a Milano il 24 novembre 2009, una donna vittima innocente di mafia che si ribella alla cultura maschilista della ‘Ndrangheta. Scritto e diretto da Giovanni Gentile, con Barbara Grilli. Produzione: Collettivo Teatro Prisma  
“Denuncio Tutti” spettacolo su Lea Garofalo
28 febbraio 2020 – H.11.00
Nòva, viale Francesco Ferrucci 4, 28100 Novara NO
Il Coordinamento provinciale di Novara ripropone lo spettacolo su
 Lea Garofalo, testimone di giustizia assassinata a Milano il 24 novembre 2009, alle scuole del territorio. Scritto e diretto da Giovanni Gentile, con Barbara Grilli. Produzione: Collettivo Teatro Prisma 

TORINO

“Umanità in movimento: Flussi migratori”
30 gennaio 2020 – H.9.00
Aula magna “Lea Garofalo” dell’ I.P.S. “J.B. BECCARI”, via Paganini, 22 10154 Torino
Il Presidio di “Felicia Impastato”, attivo presso l’istituto, ha scelto il tema “Migrazioni e accoglienza” in vista del 21marzo. Coinvolgendo 6 classi sul tema “Umanità in movimento: flussi migratori”, analizzerà il fenomeno delle migrazioni e il ruolo delle mafie transnazionali. L’incontro si conclude con l’apposizione, nell’atrio della scuola, di un targa commemorativa simbolo di tante memorie non solo dell’olocausto, ma anche delle tragedie relative ai migranti.

Incontri formativi nelle scuole
11 febbraio 2020 – H.10.00
Scuola media “Lessona”, Largo Giuseppe Garibaldi angolo Via Barolo, 2, 10078 Venaria Reale TO
Scuola media “Don Milani” – Corso Papa Giovanni XXIII, 54, 10078 Venaria Reale TO
Il presidio Rosario Cusumano organizza un percorso di formazione e di preparazione in vista del 21marzo con i ragazzi delle scuole.

“Lotta alle mafie: buona pratiche amministrative e politiche”
13 febbraio 2020 – H.20.45
Sala AER, via Cruto, 8 10043 Orbassano
Il presidio di Libera “Francesca Morvillo” in collaborazione con la rete nazionale “Avviso Pubblico” organizza una serata di incontro con le amministrazioni locali per parlare del contrasto alle mafie all’interno delle amministrazioni e della politica. Interverrà e gestirà il dialogo Diego Sarno, coordinatore regionale di Avviso Pubblico.

Presentazione del libro “Le mie due Guerre”
19 febbraio 2020 – H.20.30
Biblioteca Comunale “Nino Colombo”, Piazza Vittorio Alfieri, 7, 10092 Beinasco TO
Il presidio di Libera di Beinasco dedicato a “El Hadji Ababa” si fa promotore dell’evento di presentazione del libro “Le mie due guerre” scritto da Mauro Esposito. In tale occasione sarà presente l’autore, che racconterà la sua esperienza di denuncia nei confronti della ‘Ndrangheta. L’avvocato Valentina Sandroni modererà l’incontro

Aperitivo della legalità
18 febbraio 2020 – H. 19,30
Aula Magna dell’istituto di Candiolo, Via Verdi, 9, 10060 Candiolo TO
L’amministrazione comunale di Carignano organizza con la collaborazione degli studenti dell’IIS “Norberto Bobbio” un “aperitivo della legalità”. A seguire, alle h21.30, ci sarà invece un incontro con Tiberio Bentivoglio, testimone di giustizia. Intervengono Andrea Zummo di Libera Piemonte e Massimiliano Peggio de La Stampa.

“Gli interventi della associazione Emergency nelle zone di guerra e in Italia”
20 febbraio 2020 – H.21.00
Sala “Lea Garofalo”, Via Niccolò Paganini, 22, 10154 Torino TO, Italia
In questa occasione ci sarà il primo incontro del ciclo di eventi organizzato su spinta del presidio di Libera torinese “Felicia Impastato” e con il sostegno dell’istituto J.S.Beccari di Torino. l’iniziativa rappresenta un momento formativo che accompagna l’iniziativa “Beccari’s got talent”. In questa occasione si parlerà di conflitti e risoluzioni insieme ai volontari dell’associazione Emergency

“Gli invisibili. I nuovi volti dell’illegalità e l’inclusione come possibile risposta”
20 febbraio 2020 – H.21.00
Casa delle Associazioni Don Michelangelo Chiaretta, Via Torino, 127, 10076 Nole TO, Italia
L’associazione “Equ’azione” di Nole organizza una serata per approfondire il tema della mafia nigeriana. Sarà ospite Patrizia Caputo, procuratore aggiunto della Repubblica presso il Tribunale di Torino, che aiuterà a comprendere e leggere questo fenomeno.
Seguirà la testimonianza di un esempio di inclusione.

Incontri formativi nelle scuole
27 febbraio 2020 – H.10.00
Scuola media “Lessona”, Corso Regio Parco, 19, 10152 Torino TO
Il presidio Rosario Cusumano organizza un percorso di formazione e di preparazione in vista del 21marzo con i ragazzi delle scuole

Presentazione del libro “Le mie due guerre”
27 febbraio 2020 – H.21:00
Sala Consiglio Comunale, via Municipio 1, San Mauro Torinese
All’interno degli eventi organizzati dal Tavolo per la legalità di San Mauro Torinese, iniziativa promossa dal Presidio “Lea Garofalo” in collaborazione con le amministrazione di San Mauro Torinese, vi sarà la presentazione del libro di Mauro Esposito “Le mie due guerre”. 
Partecipano Roberto Catani (avvocato e presidente di Legalità organizzata) e Valentina Sandroni (avvocato)

Laboratori nelle scuole superiori
Marzo – orario scolastico
Istituto Professionale Per L’Agricoltura E L’Ambiente Carlo Ubertini, Via Felice Ajma, 12 10034 Chivasso TO
Liceo Isaac Newton, Via paleologi, 22, 10034 Chivasso TO
Il presidio di Chivasso “Angelo Vassallo” organizza all’interno di questi due istituti dei percorsi sul tema dell’immaginario e percezione delle mafie, al fine di rendere maggiormente consapevoli gli studenti

Presentazione del libro “Noi gli uomini di Falcone” di Angiolo Pellegrini
5 marzo 2020 – H.15.00
H.15.00 – Liceo Isaac Newton, Via Paleologi, 22, 10034 Chivasso TO
H.18.00 – Sala del consiglio comunale, Piazza Dalla Chiesa Generale Carlo Alberto, 5 Chivasso TO
Il presidio di Libera “Angelo Vassallo” di Chivasso organizza la presentazione del libro “Noi gli uomini di Falcone” di Angiolo Pellegrini

Piantumazione albero in memoria di Lea Garofalo
6 marzo 2020 – H.17:30
Parco L’Eliana, 10099 San Mauro Torinese TO
All’interno degli eventi organizzati dal Tavolo per la legalità di San Mauro Torinese, iniziativa promossa dal Presidio “Lea Garofalo” in collaborazione con le amministrazione di San Mauro Torinese, vi sarà la piantumazione di un albero nel parco in memoria di Lea Garofalo 

Presentazione del libro “Colpire per primi”
8 marzo 2020 – H.10:00
ARCI Centro Sociale Boccardo, via del Porto 15, San Mauro Torinese
All’interno degli eventi organizzati dal Tavolo per la legalità di San Mauro Torinese, iniziativa promossa dal Presidio “Lea Garofalo” in collaborazione con le amministrazione di San Mauro Torinese, vi sarà la presentazione del libro “Colpire per primi” con l’autore Luciano Violante. Partecipa la giornalista Jessica Pasqualon. Al termine ci sarà un aperitivo con i prodotti di Libera Terra. 

Degustazione dei prodotti Libera Terra
Dal 9 al 14 marzo 2020 – tutta la giornata
Supermercato COOP, via Trieste 13, San Mauro Torinese
All’interno degli eventi organizzati dal Tavolo per la legalità di San Mauro Torinese, iniziativa promossa dal Presidio “Lea Garofalo” in collaborazione con le amministrazione di San Mauro Torinese, vi saranno dei momenti di c
onoscenza e degustazione dei prodotti Libera Terra all’interno del Supermercato.

Presentazione del libro “Per gioco. Voci, numeri del gioco d’azzardo” di Fabio Balocco
10 marzo 2020 – H.12.00
Liceo Isaac Newton, Via Paleologi, 22, 10034 Chivasso TO
Il presidio di Libera “Angelo Vassallo” di Chivasso organizza la presentazione del libro “Per gioco. Voci, numeri del gioco d’azzardo” di Fabio Balocco

Lettura pubblica dei nomi delle vittime innocenti delle mafie
13 marzo 2020 – H.9.30
Rivarolo centro
Libera organizza una marcia lungo le vie della città di Rivarolo, partendo dal centro, passando per piazza Falcone e Borsellino e raccogliendosi infine al Castello di Malgrà. Davanti al Castello ci sarà un palco da cui verrà realizzata la lettura dei nomi delle vittime innocenti delle mafie, preceduta dagli interventi di istituzioni e Maria Josè Fava, referente di Libera Piemonte. In tale occasione saranno presenti le scuole del territorio.

Lettura pubblica dei nomi delle vittime innocenti delle mafie
13 marzo 2020 – H.20.30

Piazzale Carlo Noè, 10034 Chivasso TO
Il presidio di Libera “Angelo Vassallo” di Chivasso organizza un momento commemorativo per le vittime innocenti delle mafie. Ci sarà dunque una fiaccolata per le vie della città, accompagnata da letture di estratti di libri e intermezzi musicali

Proiezione del film “Il Traditore” di Marco Bellocchio
17 marzo 2020 – H.21:00
Cinema teatro Gobetti, via Martiri della libertà 17, San Mauro Torinese
All’interno degli eventi organizzati dal Tavolo per la legalità di San Mauro Torinese, iniziativa promossa dal Presidio “Lea Garofalo” in collaborazione con le amministrazione di San Mauro Torinese, vi sarà la proiezione del film Il Traditore di Marco Bellocchio

Lettura pubblica dei nomi delle vittime innocenti delle mafie
20 marzo 2020 – H.10.30
Piazza Vittorio Emanuele II, 10040 Leinì TO
Il presidio di Libera “Pio La Torre”  di Leini organizza la lettura dei nomi delle vittime di mafia in previsione del 21marzo a Palermo, al fine di coinvolgere la cittadinanza e le istituzioni del luogo. Gli alunni della scuola primaria A. Frank e della della scuola secondaria di primo grado “C.Casalegno” saranno coinvolti nella lettura.
Lettura pubblica dei nomi delle vittime innocenti delle mafie
20 marzo 2020 – H.20.30
Via S. Sebastiano, 9, 10076 Nole TO
L’associazione legata a Libera “Equ’azione” organizza una lettura dei nomi delle vittime di mafia come momento conclusivo del percorso verso il 21marzo a Palermo. Vi sarà una passeggiata per le vie della città che partirà da Via S.Sebastiano e che si concluderà con la lettura rivolta all’intera cittadinanza
Lettura pubblica dei nomi delle vittime innocenti delle mafie

27 marzo 2020 – H.20:00
Scuola “Dalla Chiesa” Via Speranza, 40, 10099 San Mauro Torinese TO

All’interno degli eventi organizzati dal Tavolo per la legalità di San Mauro Torinese, iniziativa promossa dal Presidio “Lea Garofalo” in collaborazione con l’amministrazione di San Mauro Torinese, ci sarà la Fiaccolata in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. La partenza è prevista dalla scuola Dalla Chiesa in via Speranza 40, per poi arrivare in piazza Abbazia, San Mauro Torinese. In piazza Abbazia verranno letti i nomi. In caso di maltempo l’iniziativa si svolgerà al Teatro San Benedetto in via Papa Giovanni XXIII 26

VERBANO CUSIO OSSOLA

Conferenza stampa di presentazione del presidio “Luca Cottarelli” e delle sue attività verso il 21marzo
21 febbraio 2020 – H.12.00
Sala Giunta del Palazzo di Città di Verbania Piazza Giuseppe Garibaldi, 15, 28922 Verbania VB
In questa occasione sarà presentato ufficialmente alla città, alla presenza dei giornali della provincia, il neonato presidio di insegnanti “Luca Cottarelli” da poco parte del Coordinamento Provinciale di Libera VCO. In questa occasione, in particolare, il neonato presidio presenterà anche le proprie attività nelle scuole in previsione del 21marzo, una serie di attività differenziate per grado di istruzione, che andranno a coprire un vasto numero di istituti nell’intera provincia. Alla conferenza sarà presente anche il Rappresentante dell’dell’Ufficio scolastico provinciale, il dirigente Angelo Iaderosa.

CIAK, si Libera – il Cineforum d’antimafia n.1
2 marzo 2020 – H.21
Biblioteca Civica, Piazza della Chiesa, 8, 28831 Baveno VB, Italia
In occasione del 21 marzo, Libera VCO, il Comune di Baveno e la Consulta Giovanile organizzano un cineforum a tema memoria e antimafia. Le proiezioni si terranno presso la Biblioteca Civica di Baveno e sono a entrata gratuita fino a esaurimento posti. In questo lunedì sarà proiettato “Anime nere” di Francesco Munzi al fine di trattare la tematica della ‘Ndrangheta e delle dinamiche relazioni al suo interno. Aprirà il cineforum Libera VCO e si concluderà con un confronto sul tema appena visto.

CIAK, si Libera – il Cineforum d’antimafia n.2
9 marzo 2020 – H.21
Biblioteca Civica, Piazza della Chiesa, 8, 28831 Baveno VB, Italia
In occasione del 21 marzo, Libera VCO, il Comune di Baveno e la Consulta Giovanile organizzano un cineforum a tema memoria e antimafia. Le proiezioni si terranno presso la Biblioteca Civica di Baveno e sono a entrata gratuita fino a esaurimento posti. In questo lunedì sarà proiettato “Il dolce e l’amaro” di Andrea Porporati, al fine di trattare la tematica dei collaboratori di giustizia. Aprirà il cineforum Libera VCO e si concluderà con un confronto sul tema appena visto.

CIAK, si Libera – il Cineforum d’antimafia n.3
16 marzo 2020 – H.21
Biblioteca Civica, Piazza della Chiesa, 8, 28831 Baveno VB, Italia
In occasione del 21 marzo, Libera VCO, il Comune di Baveno e la Consulta Giovanile organizzano un cineforum a tema memoria e antimafia. Le proiezioni si terranno presso la Biblioteca Civica di Baveno e sono a entrata gratuita fino a esaurimento posti. In questo lunedì sarà proiettato “La nostra terra” di Giulio Manfredonia, al fine di trattare la tematica dei beni confiscati alla mafia. Aprirà il cineforum Libera VCO e si concluderà con un confronto sul tema appena visto.

Flash mob nelle scuole primarie in occasione del 21marzo – scuole primarie
20 marzo 2020 – H.8.00
tutte le scuole primarie del VCO
Il neonato presidio di insegnanti dedicato alla memoria della vittima innocente di mafia “Luca Cottarelli” organizza un flashmob nelle scuole al fine di sensibilizzare rispetto al 21marzo. All’interno di questo grado di istruzione, in particolare, verranno realizzate delle letture animate. Gli istituti che saranno coinvolti sono quasi tutti quelli on cui sono presenti i diversi insegnanti membri del presidio.

Flash mob nelle scuole primarie in occasione del 21marzo – scuole secondarie
20 marzo 2020 – H.8.00
tutte le scuole secondarie del VCO
Il neonato presidio di insegnanti dedicato alla memoria della vittima innocente di mafia “Luca Cottarelli” organizza un flashmob nelle scuole al fine di sensibilizzare rispetto al 21marzo. All’interno di questo grado di istruzione, in particolare, verrà realizzata un’attività scenografica nelle palestre e/o cortili delle scuole, che intersechi il tema della memoria e l’attività sportiva, coinvolgendo così gli studenti in maniera attiva. Gli istituti che saranno coinvolti sono quasi tutti quelli on cui sono presenti i diversi insegnanti membri del presidio.

Flash mob nelle scuole primarie in occasione del 21marzo – scuole secondarie di secondo grado
20 marzo 2020 – H.8.00
tutte le scuole secondarie di secondo grado del VCO
Il neonato presidio di insegnanti dedicato alla memoria della vittima innocente di mafia “Luca Cottarelli” organizza un flashmob nelle scuole al fine di sensibilizzare rispetto al 21marzo. All’interno di questo grado di istruzione, in particolare, saranno dedicati degli spazi comuni e/o aule della scuola ad alcune vittime di mafia, delle quali saranno riportati i nomi, ed un oggetto che possa rappresentare la loro vita/storia (evitare le foto). I ragazzi, divisi in gruppi, svolgeranno delle ricerche e decideranno a quale vittima dedicare la loro aula, scegliendo tra: minori, giornalisti, uomini e donne dello Stato e figure femminili. Gli istituti che saranno coinvolti sono quasi tutti quelli on cui sono presenti i diversi insegnanti membri del presidio.

 

VERCELLI

Cineforum Saluggia – visione di “Veleno”
30 gennaio 2020 – H.21.00
Cinema Oratorio Saluggia – 3040 Saluggia VC
Il Presidio di Libera “G. di Matteo” di Saluggia, all’interno del cineforum che annualmente organizza, proietterà in questa data il film “Veleno” di Diego Olivares (2017). Il film tocca la tematica dell’inquinamento della Terra dei Fuochi, dovuto all’interramento abusivo di rifiuti nocivi gestito dalla criminalità organizzata, problema che ancora oggi rimane irrisolto e danneggia popolazione e coltivazioni circostanti. Il cineforum è organizzato in collaborazione con ANSPI – Oratorio “Mazzetti” e si svolge alle h21 presso l’Oratorio. Tessera abbonamento 16euro, entrata singola 5euro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *