Saluzzo, 21 marzo: Terra, solchi di verità e giustizia

Condividi

XXIII Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo
delle vittime innocenti delle mafie
“Terra, solchi di verità e giustizia”

Fin dal 1995, Libera dedica il primo giorno  di primavera alla memoria, organizzando la “Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo di tutte le vittime innocenti delle mafie” in un luogo simbolico d’Italia.
Nel 2017 il 21 marzo diventa Giornata Nazionale, grazie ad una legge del nostro Stato.

Dal 2016 si è deciso di individuare in ogni regione una città significativa nella quale celebrare questa giornata.

Per la XXIII Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti della mafie Libera in Piemonte ha scelto la provincia di Cuneo, ha scelto SALUZZO.

 

Saluzzo è terra nella quale costruire solchi di giustizia e accoglienza.

È terra dove approdano quotidianamente uomini e donne in cerca di lavoro, speranza e futuro.

Saluzzo è memoria del Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa nel 35esimo anno dalla sua morte, insieme a sua moglie Emanuela Setti Carraro e all’agente di scorta Domenico Russo.

 

Saluzzo è impegno contro la corruzione nel ricordo di Amedeo Damiano, già presidente dell’USL63 di Cuneo, uomo corretto e onesto, che svolgeva il proprio lavoro con rigore e fu vittima di un vile atto intimidatorio il 24.03.1987.

Il 21 marzo 2018 il Piemonte sarà a Saluzzo per legare la memoria delle vittime innocenti di tutte le mafie all’impegno quotidiano che silenziosamente ogni giorno deve percorre le strade della provincia cuneese per combattere ogni forma di sfruttamento, l’emarginazione dei più poveri e per sostenere percorsi di giustizia sociale, accoglienza e integrazione. Metteremo al centro il valore del contributo che ognuno di noi può dare con le proprie scelte per la lotta ad ogni forma di sfruttamento e di potere mafioso, perché crediamo che comunità libere dalle mafie e dalla corruzione si costruiscano attraverso percorsi di responsabilità.

Il Piemonte sarà il 21 marzo  a Saluzzo per portare al centro la difesa dei diritti e dell’uguaglianza, la dignità del lavoro, il valore del contributo individuale allo sviluppo dell’intera comunità e il ricordo di coloro che, come il Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa e Amedeo Damiano, hanno testimoniato i valori della responsabilità e dell’antimafia sociale.

Presto pubblicheremo il programma della giornata e tutte le informazioni per partecipare alla manifestazione.

 


SCARICA LA LOCANDINA

SCARICA L’IMMAGINE DI COPERTINA DI FACEBOOK

SCARICA LE CIRCOLARI DEL MIUR PER LE SCUOLE (Allegato 1Allegato 2)


 

DIVENTA UN LUOGO DEL 21 MARZO

Per tutte quelle realtà, associazioni, scuole, università, parrocchie, cooperative, che per impegni improrogabili non potranno sospendere le loro attività per partecipare all’appuntamento regionale a Saluzzo, chiediamo di essere uno dei quattromila luoghi del 21 marzo, esponendo il materiale comunicativo, fermandosi insieme al resto d’Italia per ricordare le oltre 900 vittime innocenti delle mafie in modo da farsi portavoce di una richiesta di verità e giustizia.

A sottolineare – non solo simbolicamente – che per contrastare le mafie e la corruzione occorre sì il grande impegno delle forze di polizia e di molti magistrati, ma prima ancora occorre diventare una comunità solidale e corresponsabile, che faccia del “noi” non solo una parola, ma un crocevia di bisogni, desideri e speranze.

Volti di un Paese magari imperfetto, ma pulito e operoso, che non si limita a constatare ciò che non va, ma si mette in gioco per farlo andare.

Per qualsiasi ulteriore informazione e segnalare i luoghi dove si svolgeranno iniziative, momenti di silenzio, letture dei nomi potete scrivere a [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *