Cascina Arzilla, il primo campo di Estate Liberi

Condividi

Undici anni fa, quando il Comune di Volvera decise di destinare il casolare di Regione Serafini ad Acmos, in pochi avrebbero immaginato che quel rudere potesse rinascere.

A distanza di anni, è possibile affermare che questo luogo ha cambiato volto, trasformandosi da rudere a spazio accogliente.

Cascina Arzilla è un esempio positivo dove, grazie alla collaborazione tra diverse realtà, un bene abbandonato confiscato alle mafie riesce a diventare uno spazio per incontrarsi e lavorare insieme.

Quest’anno, dopo tanti sacrifici, Cascina Arzilla ha ospitato il primo campo di Estate Liberi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *