Libera Piemonte

La colonizzazione mafiosa al Nord

"La mafia fa parte integrante della storia d’Italia. Vi ha messo lunghe e larghe radici. Ma la storia lontana e recente d’Italia viene scritta ignorando la sua esistenza. Come se la mafia non l’avesse attraversata dalla nascita del Regno unitario fino a oggi", scrive nel...

Scritto da

mercoledì 18 maggio 2016

Nessun Commento

Caselli: “la ‘ndrangheta in Piemonte esiste, la Cassazione lo conferma”

Si è concluso il rito ordinario del Processo nato dalla maxi inchiesta contro la ‘ndrangheta nella provincia di Torino denominata ” Minotauro“. La Cassazione ha confermato la pena per 23 soggetti, confermando l’impianto accusatorio della Procura di Torino, nonostante alcune assoluzioni e alcuni rinvii all’Appello. Abbiamo deciso di intervistare Gian Carlo Caselli, ex Magistrato, all’epoca […]

Scritto da

venerdì 13 maggio 2016

Nessun Commento

  Da oggi, fino a lunedì 16 maggio, il Salone Internazionale del Libro sbarca a Lingotto Fiere. Arrivato alla 29 esima edizione propone molti incontri sui temi di mafie ed antimafia. Vi proponiamo una selezione degli incontri.   PASSAGGIO A NORD PERCHÉ LE MAFIE HANNO AVUTO SUCCESSO L'INIZIO GOMORRA ZAGREBELSKY E RIFORMA COSTITUZIONALE RACCONTARE IL CRIMINE LIBRO SALVATORE CUFFARO LIBRO GIAN CARLO CASELLI

Scritto da

giovedì 12 maggio 2016

Nessun Commento

  "Libera la natura", manifestazione nazionale organizzata da Libera e dal Corpo Forestale dello Stato è oggi al suo sesto anno di vita. Approdata il 9 maggio nella Cascina Bruno e Carla Caccia di San Sebastiano, ha visto partecipare circa 150 ragazzi delle scuole medie ed elementari della zona, che hanno corso questa mattina una staffetta tutta particolare all'interno del bene confiscato, passandosi un testimone fatto con il legno delle barche dei migranti arrivati a Lampedusa. A condurre i ragazzi Lucilla Andreucci, storica maratoneta italiana, referente di Libera Milano e membro del Corpo Forestale dello Stato.   https://youtu.be/Re4lufcljBQ

Scritto da

lunedì 9 maggio 2016

Nessun Commento

news dai territori

Volevamo che abbassasse la cresta”. Sarebbe questo il movente alla base dell’agguato nei confronti dell’imprenditore edile alessandrino, avvenuto la sera del 9 maggio, nei pressi del cavalcavia di Spinetta Marengo. La vicenda è stata ricostruita nei dettagli dalla compagnia di Alessandria e dal nucleo investigativo dell’arma a partire dal momento della sparatoria. I due uomini, ritenuti responsabili dei colpi esposi con precisione da una 357 Magnum, sono stati arrestati: si tratta di Vittorio Ippolito Giacobbe, 28 anni, originario di Gioia Tauro ma residente nel bresciano e di Vito Sorrentino, 39 anni, siciliano, anch’esso residente in provincia di Brescia. Sono accusati di tentato...

Scritto da

venerdì 27 maggio 2016

nessun commento all’articolo
Si è già concluso l’abbreviato del filone d’inchiesta riguardante i presunti soccorsi pilotati da alcuni agenti della Polizia Stradale della stazione Novara Est. Il Gup ha condannato a 4 anni e 8 mesi di reclusione Giuseppe Vella, imputato di concussione, peculato, falso, calunnia, rapina e arresto illegale. Si tratta di una prima importante conferma dell’impianto accusatorio, seppur potenzialmente temporanea, dato che l’imputato ricorrerà in appello, e parziale, restando da chiarire le posizioni di cinque agenti e di otto imprenditori. La cronaca di Marco Benvenuti su La Stampa di Novara del 20 maggio:

Scritto da

mercoledì 25 maggio 2016

nessun commento all’articolo
Lo scottante tema della ludopatia è affrontato in un contesto di libera informazione al Qi di Cuneo, grazie al progetto “Punta su di te” e all’Assemblea per la CulturaPunta su di te” è una campagna di sensibilizzazione che, attraverso momenti formativi e informativi, si propone di fare cultura intorno al tema del gioco d’azzardo, nella prospettiva di facilitare l’accesso ai servizi di cura per le persone con problemi legati al gioco. Il progetto è finanziato dalle fondazioni CRC e CRT ed è promosso dai comuni di Cuneo, Alba, Bra, Savigliano, Saluzzo, Fossano e Mondovì, dalle ASL CN1 e CN2, dalla Caritas...

Scritto da

lunedì 23 maggio 2016

nessun commento all’articolo
di Giulia Molli Ha saputo catturare e mantenere viva l’attenzione del pubblico, durante tutta la durata del suo intervento, Davide Mattiello la sera del 23 Aprile, in occasione degli eventi organizzati a Villadossola per la Festa della Liberazione.  L’onorevole, membro della Commissione Antimafia, invitato da Libera, ha voluto subito mettere in relazione Libera e il movimento partigiano e l’ha fatto raccontando la storia di Placido RizzottoPlacido Rizzotto, di origine siciliana, fu partigiano durante la Seconda Guerra Mondiale; finito il conflitto tornò nella terra natìa dove, da convinto sindacalista, si impegnò in favore del movimento contadino e continuò la sua lotta nonostante le intimidazioni di Cosa Nostra, che...

Scritto da

venerdì 29 aprile 2016

nessun commento all’articolo
“Liberazione in Festa” è un evento che vuole introdurre una particolare prospettiva all’interno delle celebrazioni dell’Anniversario della Liberazione d’Italia, promuovendo il protagonismo delle nuove generazioni e creando uno “spazio comune” animato da tutte le associazioni che oggi in Canavese si riconoscono nei valori costituzionali. Il 25 aprile rappresenta l’occasione per riaffermare i principi della Giustizia, la Solidarietà e la Pace che permettono di praticare un vivere comune basato sul dialogo e l’ascolto reciproco. In una società come la nostra, che sempre di più patisce a causa della frammentazione dei legami sociali, ribadire questi valori diventa necessario e inevitabile se si vuole...

Scritto da

mercoledì 20 aprile 2016

nessun commento all’articolo