A 33 anni dall’assassinio del Procuratore di Torino Bruno Caccia, questa mattina a Milano si è riaperto il processo di I grado che vede come imputato Rocco Schirripa, presente oggi in aula. Nell’udienza di questa mattina, gli avvocati del Ministero della Giustizia, della Regione Piemonte, del Comune di Torino e di Libera hanno presentato la richiesta di costituzione a parte civile.

Commenti

Una replica a “Delitto Caccia: il racconto della prima udienza”

  1. paola caccia ha detto:

    Ai tanti giovani di Libera che ieri erano in aula: un grande GRAZIE di cuore da tutta la nostra famiglia per la vostra presenza e il vostro sostegno che sentiamo come un forte incoraggiamento. Continuare ad esigere la verità sarà anche un dovere nei vostri confronti!

    La nostra sincera riconoscenza va anche a Davide (eroico febbricitante), Christian, Simone e quanti si adoperano per raccontare, divulgare, tenere viva l’attenzione sulla storia di nostro padre.

    Grazie a Libera che ha voluto costituirsi parte civile: al di là dell’accoglimento o meno della richiesta da parte della Corte, è un segnale forte di vicinanza e di attenzione della società civile a questo processo.

    Ieri è stato un giorno importante per noi, un primo passo che possiamo considerare però come un primo traguardo raggiunto. Sono contenta di averlo condiviso con voi.
    Un abbraccio da Paola Caccia e famiglia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *